Il coraggio di Tetiana

123017274-ccd6611b-9649-496b-ad88-8b8d58b5c351

L’hanno seguita, la notte di Natale, hanno speronato la sua auto e poi l’hanno massacrata di botte. Suscita grande indignazione la foto di Tetiana Chornovil, una giornalista ucraina, nota per le sue battaglie contro il governo di Viktor Yanukovich. Lesioni pesanti, una commozione cerebrale e traumi multipli, come documentato dal suo giornale, l’Ukrainska Pravda. La sua faccia giovane e sanguinante sembra quasi un manifesto mondiale contro i giornalisti scomodi, un urlo a favore della libertà di stampa. Tetiana, 34 anni, giornalista senza paura, si aspettava una ritorsione ai suoi articoli critici e la scena del tamponamento è stata ripresa da una telecamerina posta sopra la sua auto. “Una jeep mi veniva dietro e ha cercato di investire la mia macchina più volte. Così sono saltata fuori dall’auto e ho cominciato a scappare ma due uomini mi hanno preso e hanno cominciato a picchiarmi”, ha raccontato Tetiana. Nella parte finale del video si scorgono anche i due aggressori, entrambi con il cappuccio in testa, ma riconoscibili. Ma difficilmente saranno rintracciati, secondo la denuncia degli oppositori, convinti che responsabili della sanguinosa aggressione siano uomini del Ministero dell’Interno, già protagonisti di una violenta repressione dei manifestanti in piazza Indipendenza. “O la polizia copre gli autori di queste violenze, oppure ne è complice”, ha detto il partito Batkivchtchina di Yulia Timochenko. La Ue e il governo degli Stati Uniti hanno condannato l’aggressione. Ieri centinaia di persone hanno manifestato davanti alla sede del ministero dell’Interno facendo vedere le fotografie della reporter aggredita. Ha filmato i suoi aggressori

Annunci

One thought on “Il coraggio di Tetiana

  1. Sono tre finora le persone arrestate dalla polizia ucraina con l’accusa di aver aggredito Tetiana Chornovil, la giornalista della testata online ‘Ukrainska Pravda’, vicina all’opposizione, picchiata ferocemente nella notte tra il 24 e il 25 dicembre. Si conosce il nome di uno solo dei tre: Serghi Kotenko, 29 anni, proprietario della Porsche Cayenne nera che ha fermato la reporter prima dell’attacco da parte di almeno due uomini. I presunti colpevoli rischiano da 7 a 10 anni di reclusione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...