Un altro giornalista rapito in Siria: è uno spagnolo de “El Periodico”

giornalista-kFPC--180x140@CorriereUn altro giornalista sequestrato in Siria. L’inviato speciale in Siria del quotidiano spagnolo «El Periodico» è stato rapito nel Paese mediorientale da un gruppo di ribelli. Lo annuncia lo stesso quotidiano online titolando: «Sequestrato in Siria il giornalista Marc Marginedas».Il reporter si trova nelle mani dei ribelli dal 4 settembre, giorno in cui ha avuto l’ultimo contatto con la redazione. «El Periodico» afferma che l’inviato «stava viaggiando in auto con il suo autista quando è stato fermato da alcuni combattenti jihadisti nei pressi di Hama». E’ stato rapito quando ancora Domenico Quirico era sequestrato.

L’inviato speciale di El periodico, il giornalista Marc Marginedas, 46 anni, è stato preso in ostaggio in Siria: lo riferisce lo stesso quotidiano iberico, precisando che l’ultimo contatto del reporter con la sua redazione di Barcellona risale ormai al 4 settembre. Secondo alcune fonti, Marginedas era in auto con il suo autista quando è stato intercettato da “combattenti jihadisti” nei dintorni di Hama, nell’ovest della Siria. Il giornalista era entrato in Siria il primo settembre attraverso Reyhanli, nel sud della Turchia, accompagnato da un gruppo di ribelli dell’esercito siriano libero. E’ al suo terzo viaggio in Siria dall’inizio del conflitto nel 2011. L’obiettivo del suo viaggio, riferisce El periodico, era quello di “informare sui preparativi siriani per affrontare un intervento militare internazionale che in quel momento era ritenuto molto vicino e per indagare sull’attacco chimico avvenuto il 21 agosto scorso alle porte di Damasco”. Marginedas ha inviato il suo ultimo articolo in redazione il 2 settembre dalla località di Qasr Ibn Wardan, nei pressi della città di Homs, nel quale riferiva i preparativi dei ribelli nella prospettiva di un attacco imminente da parte dei paesi occidentali.

E i reporter siriani continuano a morire

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...