Russia: condannato un blogger, ma il processo è politico, stava all’opposizione

540190_10151718305075238_1075409814_n
Il blogger russo anti-Putin Alexei Navalny, condannato ieri a cinque anni per appropriazione indebita, è stato scarcerato oggi, ma non potrà lasciare Mosca. Il tribunale di Kirov ha accolto la richiesta della procura di permettere a Navalny di attendere l’esito del ricorso di appello fuori dal carcere, ma in libertà vigilata. Il blogger, avvocato anti-corruzione, e leader dell’opposizione extra-parlamentare russa dovrà rimanere a Mosca e ha fatto sapere di non aver ancora deciso se correre alle elezioni per il sindaco della capitale russa, in programma a settembre. Sulla candidatura “una decisione sarà presa dopo che ne avrà discusso” con i coordinatori della campagna elettorale, ha spiegato Navalny. Era stata la procura di Kirov, la città settentrionale i cui è stato condannato, a suggerire che Navalny restasse a piede libero in attesa della pronuncia sull’appello contro la condanna e la richiesta è stata accolta da Serghei Blinov, il presidente del tribunale. E’ probabile che la decisione di scarcerare Navalny e il co-imputato Pyotr Ofitserov miri ad abbassare la tensione nel Paese seguita alla condanna per frode e appropriazione indebita. Navalny è diventato noto tra le fila dell’opposizione durante una serie di proteste di massa nella capitale contro la rielezione del presidente Vladimir Putin a un terzo mandato nel marzo 2012. Sul blog ha riportato le proprie indagini sulla corruzione delle compagnie di proprietà statale, in cui possiede azioni, e ha denunciato alti ufficiali e deputati che posseggono beni non dichiarati all’estero e detengono cittadinanza straniera. Oltre ai contenuti di denuncia, Navalny è anche diventato noto per illustrazioni, immagini divertenti e slogan. Le sue indagini hanno colpito una vasta cerchia di lealisti di Putin, da membri del Parlamento a banchieri di Stato, minacciando l’intero sistema di potere che il presidente ha costruito.

Una risposta a "Russia: condannato un blogger, ma il processo è politico, stava all’opposizione"

  1. Pingback: Dissidente russo |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...