Tre giornalisti pakistani uccisi da un’autobomba

Tre reporter sono stati uccisi e altri tre feriti in un attentato a Quetta, capitale della provincia del Balochistan in Pakistan. Il 10 gennaio i giornalisti stavano segnalando un’esplosione verificatasi pochi minuti prima, quando una seconda bomba è esplosa, uccidendo e ferendo molti, compresi i giornalisti. Lashkar-e-Jhangvi, un gruppo militante, ha rivendicato la responsabilità per le esplosioni che ha colpito la comunità sciita hazara. La polizia ha detto che più di 100 kg di esplosivo sono stati utilizzati per l’autobomba. Più di 100 persone sono state uccise e più di 200 feriti nelle esplosioni. Shaikh è sopravvissuto dalla sua moglie e due figlie, Rehman lascia la moglie e tre figli, mentre Iqbal non era sposato. La gestione di Samaa TV ha annunciato l’assegnazione di Rs.1 milioni (circa $ 10.270) e un anno di stipendio per ogni famiglia in lutto. Il governo del Pakistan ha anche annunciato Rs.1 milioni di euro per le famiglie delle vittime.

IL BILANCIO DELLE VITTIME NEL 2013 E’ GIA’ SALITO A 8

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...