Sergio Modugno, “stasera toppamo”

Un altro pezzettino di me (e di Tg1) se ne va. Sergio Modugno non era soltanto un eccellente capocronista, di quelli della vecchia scuola, da nottate in questura, ma anche una persona straordinaria, sempre pronto ad ascoltare e a proteggere tutti, da vera “line”. Dei colleghi che non ci sono più mi piace sempre ricordare le battute, più che la professione. Sergio ne ripeteva spesso una fantastica. Aveva una pancia…abbondante e ci giocava su, diceva: “Lo vedi? Qui dentro ci sono cento milioni di lire…almeno novanta di pesce”. Se andavi a cena con lui capivi che non scherzava. Grande amante della vita, era serissimo sul lavoro. Lo sfottevamo chiamandolo “stasera toppamo”. Perchè era un pò il suo slogan. Se dovevi fare un pezzo per le 20 e a mezzogiorno ancora non ti vedeva scrivere ecco la rituale battuta: “te voi sbrigà? sennò stasera toppamo”. Naturalmente con lui non si toppava mai. Lui mi chiamava “pentola di fagioli” perchè borbottavo sempre. Però (lo scrisse un giorno anche al direttore Albino Longhi) “poi la pasta viene fantastica”. Insomma, mi stimava e soprattutto mi sopportava. E io gli volevo bene. Le sue metafore evidentemente erano sempre culinarie, ma se c’era una “notiziona” era capace pure di digiunare per giorni. Salvo poi recuperare… Ciao, Sergione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...