L’emulazione dei suicidi

Molti colleghi, inevitabilmente, stanno in questi giorni sottolineando il fenomeno dei suicidi per motivi economici. Fatte salve tutte le giuste considerazioni sulla necessità di fornire una corretta informazione, soprattutto in un momento difficile come questo, temo che ci stiamo un pò tutti rendendo partecipi di un fenomeno che rischia di avere conseguenze gravissime sui lettori più fragili. Limitarsi ad elencare ogni nuova morte sta già provocando una suggestione che porta al triste fenomeno dell’emulazione. Giorgio Sturlese Tosi  segue su Dossier

Una volta al Tg1 c’era una regola ferrea: non dare mai la notizia di un suicidio, a meno di un personaggio pubblico molto popolare. Proprio per l’emulazione. Non so se la regola ancora vale, ma certo è che la situazione è precipitata. A togliersi la vita non è più un individuo fragile e disperato, ma – viste le cifre – si è arrivati a un’autentica strage sociale. Ed è difficile non darne conto. Forse basterebbe evitare il nome della vittima.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...