Altri due giornalisti uccisi, dirigevano due radio: in Afghanistan e in Somalia. E siamo già a quota 20

Il direttore della stazione radio Somaliweyn, Abukar Mohamoud Hassan, soprannominato Kadaf, è stato assassinato da due sicari che gli hanno sparato cinque volte, secondo testimoni oculari, nella sua casa nel quartiere di Tako-Hawa del distretto di Wadajir, a Mogadiscio. Mohamoud, 43 anni, è il 29esimo giornalista assassinato in Somalia dal 2007 e il secondo nel 2012, un mese dopo Hassan Osman Abdi, il direttore di Shabelle Media Network ucciso nello stesso quartiere. Lascia la moglie e due figlie.

Sadim Bhadrzai Khan, il direttore di Mehman-Melma, una radio locale in Urgun, nella provincia sudorientale di Paktika. Il suo corpo decapitato è stato trovato il 22 febbraio il giorno dopo essere stato rapito. Lanciata lo scorso anno, la stazione radio è diventata rapidamente una delle più popolari nella regione. Il portavoce dei talebani Zabihullah Mujahid ha negato che i talebani abbiano avuto alcun ruolo nell’omicidio, anche se la decapitazione è uno dei loro metodi di esecuzione.  Diversi giornalisti sono nel frattempo stati feriti dalla polizia durante le manifestazioni che si svolgono in diverse città per protestare contro l’esercito americano per “oltraggio del Corano”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...