Giorgio Bocca, l’ultimo maestro

È morto nel pomeriggio del giorno di Natale, nella sua casa di Milano, dopo una breve malattia, Giorgio Bocca. Aveva 91 anni: era nato a Cuneo il 28 agosto del 1920. Tra i grandi protagonisti del giornalismo italiano, Giorgio Bocca ha raccontato nei suoi articoli e nei suoi libri l’ultimo mezzo secolo di vita italiana con rigore analitico e passione civile, improntando sempre il suo stile alla sintesi e alla chiarezza. L’addio

“Dovrei essere un ottimista di ferro. Mi è andata bene nella vita, nel lavoro, nella salute. Sono un vecchio che si tiene ancora insieme anche se la vecchiaia è una fatica continua. E allora come mai sono pessimista? Lo sono sulle sorti dell’umano genere, non sulle mie, scampato ad avversità e guerre. All’umano genere le cose non vanno proprio bene”.  Giorgio Bocca

2 risposte a "Giorgio Bocca, l’ultimo maestro"

  1. Pingback: L’ultimo maestro | La Torre di Babele

  2. Destino
    Traccio un solco per terra, in riva al mare:
    e la marea subito lo spiana.
    Così e’ la poesia. La stessa sorte
    tocca alla sabbia e tocca alla poesia
    Al viavai della marea , al vien-vieni della morte.(J Saramago)
    Quanto ho creduto di comprendere attraverso i suoi scritti. Quanto ho creduto di imparare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...