Tunisia, la rivoluzione è appena cominciata

Se la definiamo “Rivoluzione dei gelsomini”, Lina Ben Mhenni piega la bocca in una smorfia. “In Tunisia preferiamo definirla ‘Rivoluzione della dignità’. È per la dignità che molte persone sono morte”. La blogger protagonista della ‘primavera’ tunisina è in Italia per ricevere il premio “Roma per la pace” e fra le coetanee italiane potrebbe tranquillamente confondersi, con minigonna e piercing sul sopracciglio.  È la figlia di un oppositore storico, ex comunista e fondatore di Amnesty International in Tunisia, incarcerato ai tempi di Habib Bourghiba: “Ho sempre cercato di capire le ferite di mio padre, quelle del corpo e quelle dell’anima”, racconta.  Con il suo blog Tunisian girl ha denunciato abusi, contestato prepotenze e coordinato azioni di protesta fino a conquistarsi un ruolo di pericolosa dissidente già a 27 anni. Ora la dittatura di Ben Ali è crollata, ma Lina non vede grandi cambiamenti nella società tunisina. segue

Annunci

One thought on “Tunisia, la rivoluzione è appena cominciata

  1. L’abbraccerei! Non c’è parola che non condivido. Fin dall’inizio mi è parsa – un pò per quel che conoscevo direttamente del paese – una rivoluzione vera, di gente che non ne può più del quotidiano, non di intellettuali che cercano diritti e poi si dividono su come applicarli. Purtroppo anche là ci sono state bande di ladri e delinquenti che hanno rubato nelle case, perfino linciato dei sostenitori del regime, ma erano frange, inevitabili. E ha ragione su Ennhada, sono persone abili, con un progetto e si muovono in modo accorto, pane ai poveri e dialogo con gli intellettuali. Pericolosi, in modo diverso per fortuna dagli sceicchi del Qatar , ma pericolosi lo stesso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...