L’ombra della censura sulle elezioni in Russia

In tutta la Russia aperti i seggi per il voto legislativo . Si vota da stamattina anche a Mosca, dopo che le operazioni erano iniziate otto ore prima nell’estremo oriente per la differenza di fusi orari. Circa 110 milioni gli elettori chiamati a rinnovare la Duma, la camera bassa del parlamento composta da 450 deputati. Sette i partiti in lizza. (…) E’ però polemica sui possibili brogli e le censure, soprattutto sul web. All’indomani del blocco di LiveJournal, la principale piattaforma blog del Paese, la più critica verso il potere, almeno tre siti internet indipendenti sono stati messi oggi fuori uso. Si tratta di Radio Eco di Mosca, storica bandiera della libertà di informazione, dell’ong Golos, entrata nel mirino delle autorità per la denuncia di 5000 brogli elettorali e del sito di informazione slon.ru. Alexiei Venediktov, direttore di Radio Eco, ha annunciato una denuncia alla procura e alla commissione elettorale sostenendo che “l’attacco al nostro sito nel giorno delle elezioni è chiaramente un tentativo di impedire la pubblicazione di informazioni sulle frodi”. Un attacco, ha aggiunto, ” che può mettere ancora più in dubbio la legittimità delle elezioni”. fonte

La piazza si scatena contro Putin

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...