Shahzad trovato morto (e torturato)

Si chiude tragicamente la vicenda del giornalista Syed Saleem Shahzad, scomparso a Islamabad domenica scorsa. Il suo cadavere è stato ritrovato nei pressi della sua auto nei pressi di Sara e Alamgir, a circa 150 chilometri dalla capitale pachistana. Lo confermano ad Adnkronos fonti vicine a Syed Saleem Shahzad. Secondo media locali, sul corpo di Shahzad vi sarebbero lividi sul volto e ferite, evidenti segni di tortura. I resti di Shahzad sono stati riconosciuti dal fratello del giornalista e da altri familiari, a cui sono state inviate foto scattate scattate da un giornalista locale. Secondo le fonti interpellate da Adnkronos, il riconoscimento è “inequivocabile”. I familiari di Shahzad si stanno recando sul luogo del ritrovamento. Shahzad, 40 anni, padre di tre figli, era responsabile per l’Asia meridionale di Asia Times online, corrispondente dell’agenzia di stampa italiana Adn Kronos International (Aki) e collaboratore del quotidiano La Stampa, nonché uno dei maggiori esperti di terrorismo della regione. Il giornalista era svanito nel nulla domenica scorsa: aveva lasciato la sua abitazione di Nazimuddin Road a Islamabad nel pomeriggio per recarsi negli studi dell’emittente Dunya TV, dove avrebbe dovuto partecipare a un dibattito. Ma Shahzad non ha mai raggiunto gli studi. Da quel momento, nessun contatto con la sua famiglia e gli amici.  segue

Annunci

3 thoughts on “Shahzad trovato morto (e torturato)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...