La casta dei magistrati

Sono in corso alcune perquisizioni nell’abitazione romana della giornalista de Il Giornale, Anna Maria Greco. A disporle è stata il pubblico ministero Silvia Sereni e a quanto risulta il provvedimento è stato disposto per la presunta violazione dell’articolo 323 del codice penale, quello relativo all’abuso d’ufficio. La perquisizione è in relazione all’articolo, secondo quanto riferisce il quotidiano, sul procuratore aggiunto di Milano Ilda Boccassini, dal titolo «La doppia morale di Boccassini». «I carabinieri – si legge in una nota del quotidiano – hanno fatto irruzione a casa della giornalista intorno alle nove: hanno sequestrato il computer di Anna Maria Greco e persino quello del figlio della cronista. Nel provvedimento di notifica si legge che altre perquisizioni saranno effettuate all’interno della redazione romana del quotidiano. «Per l’ennesima volta la casta dei magistrati mostra il suo volto violento e illiberale«, è il primo commento del direttore de Il Giornale, Alessandro Sallusti. «La perquisizione nell’abitazione privata della collega Anna Maria Greco, autrice dell’articolo che conteneva sentenze pubbliche del Csm, non solo è un atto intimidatorio ma una vera e propria aggressione alla persona e alla libertà di stampa. Stupisce che soltanto le notizie non gradite ai magistrati inneschino una simile repressione quando i magistrati stessi diffondono a giornalisti amici e complici atti giudiziari coperti da segreto al solo scopo di infangare politici non graditi». corriere.it

3 risposte a "La casta dei magistrati"

  1. Caro Pino, non so se ti ricorderai di me. Eravamo insieme a Radio Conero ed allora abitavi in via martiri della resistenza (ancona). Ti seguo spesso e ti apprezzo (ma questa non è una novità). Ora sono avvocato ed ho letto con interesse quanto hai scritto (la casta dei magistrati). Sono addirittura meravigliato che un giornalista de L’Espresso possa aver pubblicato un libro con lo stesso titolo. La mia mail la vedi qui (pilona@hotmail.it). Sentiamoci. Saluta tua moglie, Piero Lo Nardo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...