Agguato a Belpietro

Un uomo armato di una pistola, non si sa ancora se un’arma giocattolo, è stato sorpreso da un agente della scorta del direttore di ‘Libero’, Maurizio Belpietro. L’uomo è stato notato dall’agente che aveva appena accompagnato all’uscio di casa Belpietro, in un condominio del centro di Milano in via Monti di Pietà, mentre era sulle scale. Secondo quanto ricostruito, l’uomo, di altezza di circa un metro e 80, sui 40 anni, ha puntato l’arma verso l’agente, che é riuscito a ripararsi dietro una colonna del pianerottolo e ha poi sparato due colpi a scopo intimidatorio. Un terzo colpo è stato poi esploso successivamente. L’uomo è riuscito a fuggire anche perché il condomimio ha diverse uscite. Non sono state trovate tracce di sangue sul luogo. segue

IL GIALLO DELLA FUGA

LA CILECCA DEL POLIZIOTTO

VITA DA RECLUSO

Oltre la verità (da accertare), c’è sicuramente un dato di fatto: vivere sotto scorta è oggettivamente terribile e dunque va tutta la mia sincera solidarietà a Maurizio Belpietro. Come a tutti quelli (e quelle) che rischiano la vita per dire quello che pensano. Tuttavia mi sembra che la vicenda stia assumendo un’enfasi esagerata. Non esageriamo, per piacere. Questo poliziotto, Alessandro, che avrebbe sventato l’attentato è raccontato come uno che ha subito chissà quale trauma e se penso ai nostri militari in Afghanistan c’è da indignarsi. Il suo choc appare addirittura esagerato anche rispetto ai suoi colleghi che si ritrovano magari a sventare una rapina. Insomma che è (sarebbe) successo? Un’ombra, un clic e via tre colpi (a vuoto) con il pistolone: troppo poco per farne un eroe. Poi bisogna vedere, appunto, se è vero. Tutti i dubbi sono espressi nei link qui sopra. Certo non dovrebbe essere difficile accertare la verità con tutte quelle telecamarine in zona. Solo i fantasmi non lasciano tracce. La vignetta

Annunci

6 thoughts on “Agguato a Belpietro

  1. Va bene sono di parte ma autodichiararsi “moderato” ,insieme a Feltri e Fede ,mi sembra troppo.
    Non voglio entrare nel merito perchè nulla so, se non quel poco che ho letto.
    Certo fa strano pensare a questi giornalisti sotto scorta (gli unici) quando, nemmeno dopo ripetute minacce e richieste di protezione , a Marco Biagi ,che sentiva la morte alle spalle,è stata negata.

  2. Pingback: Eroi & Eroismi | InQuestoMondoDiSquali

  3. Un gran moderato Belpietro!Pure quando si identifica con Saviano….
    Lui abita in pieno centro a Milano nella zona piu’ in d’Italia ,non è costretto a cambiare letto ogni notte ,ad andarsene dall’Italia,a non avere 28anni .
    “Fanculo al successo e alla fama” ha detto giustamente Saviano, ma voleva tutto questo?
    Ora sarebbe facilissimo parafrasare Fede ma per pudore e dignita’ non lo faro’. Niente mi accomuna a quei signori,nemmeno una battuta.

    • Sono rimasto anch’io sconcertato e scandalizzato a quella battuta ma poi rileggendo bene l’intervista, la colpa è del giornalista che gli ha chiesto un raffronto, anzi l’ha quasi sollecitato. Molto più pacato stavolta l’editoriale di Ezio Mauro che pubblico a parte perchè deve essere un manifesto di principi fondamentali.

  4. Pingback: La libertà delle idee | Professione Reporter

  5. Pingback: La libertà delle idee | Professione Reporter

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...