E’ stata uccisa per questo reportage

15 ottobre 2006

L’ultimo articolo di Anna Politkovskaja con immagini agghiaccianti delle torture russe in Cecenia.

Ogni giorno, mi porto dietro decine di cartellette. Sono le copie del materiale che riguarda i processi di persone che noi accusiamo di “terrorismo”, molte delle quali non sono ancora state condannate definitivamente. Perché metto la parola terrorismo tra virgolette? Perché la stragrande maggioranza di queste persone sono definite terroristi. E questa pratica di “definizione dei terroristi” non ha semplicemente soppiantato, all’alba del 2006, tutte le altre forme di lotta contro il terrorismo, ma ha anche cominciato a creare un numero abbastanza ampio di persone che vogliono vendicarsi, quindi dei potenziali terroristi. Quando i magistrati e i tribunali lavorano non sotto l’egida della legge, ma agli ordini della politica, con l’obiettivo di compiacere la volontà del Cremlino in materia di antiterrorismo, i crimini spuntano come funghi. Anna Politkovskaja segue

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...