Cuba, continua la repressione

La repressione contro i giornalisti a Cuba di aggrava di giorno in giorno. Una giornalista è stata imprigionata e altri due sono stati interpellati dalla polizia. Dania Virgen Garcia, giornalista indipendente per Primavera Digital e CubaNet, è stata condannata a un anno e otto mesi di prigione. La sua incarcerazione porta a venticinque il numero dei giornalisti dietro le sbarre. Nel contesto delle elezioni municipali, effettuate il 25 aprile scorso, il regime cubano aveva chiesto di “fare giustizia”. Dania Virgen Garcia, arrestata a San Miguel del Padron, a L’Avana, è stata giudicata, condannata ed inviata nella prigione conosciuta come Manto Negro (per la pessima reputazione) in meno di 48 ore. La ragione della sua incarcerazione non è stata confermata. Dania Virgen Garcia, 41 anni, aveva appoggiato e partecipato alle manifestazioni delle Dame Bianche, collettivo di madri, mogli e sorelle di prigionieri politici che sono stati repressi brutalmente. Ricordiamo che in nome della liberazione dei prigionieri di coscienza più malati, il giornalista Guillermo Farinas Hernandez ha iniziato uno sciopero della fame. Gli abbiamo chiesto di smettere, ma è pronto a morire. Con 26 giornalisti in carcere Cuba è diventata la prima prigione al mondo per i giornalisti, appena dopo l’Iran e la Cina.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in cuba. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...