Kazakhstan, giornalista massacrato di botte

Lunedi scorso verso sera, non lontano dal suo domicilio a Actova (est), Igor Lara, che lavora per il giornale Svoboda Slova, è stato riempito di botte, dopo essere stato preso da parte da  tre sconosciuti. Secondo la redazione del quotidiano indipendente, il fatto che gli aggressori non gli abbiano distrutto ne rubato il materiale (registratore, telefono, macchina fotografica) e gli abbiano lasciato tutto il denaro, prova che non si tratta di un atto gratuito, ma piuttosto di un attacco preciso rivolto proprio contro il giornalista.  Recentemente Lara aveva scritto dello sciopero dei petrolieri  di Janaozen (circa 10 000 operai stanno scioperando da 19 giorni) e dei problemi legati allo sfruttamento nazionale ed internazionale degli idrocarburi, cosa che non è per niente gradita  alle autorità. Il giornalista ha precisato che prima di essere aggredito infatti gli è stato detto che gli si portava un buongiorno da Janaozen. Il giornalista ha riportato diverse contusioni alla testa, la frattura del naso e della mascella.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...