Per la libertà a Cuba, a costo della vita

Il dissidente cubano Guillermo Farinas, in sciopero della fame e della sete da 15 giorni nella sua casa di Santa Clara, è stato ricoverato nell’unità di terapia intensiva dell’ospedale della città, dopo aver perso conoscenza per qualche istante. «Ha perso conoscenza a causa di una crisi di ipoglicemia. E’ stato trasportato in auto all’ospedale provinciale» di Santa Clara (270 chilometri ad est dell’Avana), ha riferito per telefono il suo «portavoce», Lisset Zamora. Il suo stato di salute è stato definito «grave» al momento del ricovero, da fonti ospedaliere. La madre di Farinas, Alicia Hernandez, al suo fianco in ospedale, ha affermato ieri sera che il figlio era sotto flebo, in uno stato «cosciente e stabile». Guillermo Farinas, giornalista 48enne, chiede la liberazione di 26 prigionieri politici malati. Ha iniziato lo sciopero della fame dopo la morte di Orlando Zapata, 42 anni, deceduto dopo una protesta durata due mesi e mezzo.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in cuba. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...