Un altro giornalista morto a Kabul

Il giornalista e documentarista francese Severin Blanchet è morto oggi a Kabul in un attentato dei  talebani. “La sua passione di trasmettere a dei giovani afghani le tecniche per realizzare dei documentari di talento hanno contribuito in modo permanente agli sforzi per la ricostruzione dei media indipendenti in Afghanistan”, ha affermato Reporters sans frontières. Severin Blanchet, che ha realizzato una decina di film-documentario, ha dato inizio insieme a Jean Rouch nel 1969 alla creazione del Laboratorio di Parigi X Nanterre e nel 1980 dell’Atelier Varan. Ha contribuito alla creazione di numerosi laboratori in diversi paesi del mondo e in particolare in Papuasia e Nuova Guinea. “E’ arrivato ieri mattina a Kabul: stava formando dei giovani realizzatori di documentari. Doveva incontrare gli stagisti per stabilire i soggetti dei prossimi film. Siamo a pezzi”, ha dichiarato Helene Vietti, collaboratrice di Blanchet per l’associazione dell’Atelier Varan. “Era dal 2006 che lavorava con giovani realizzatori afghani. Nel 2008 avevano realizzato “I bambini di Kabul”, una serie di documentari fatti da giovani cineasti afghani che era stata presentata al Festival di Cannes nel 2009”. Atelier Varan

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...