Cronaca di un’eutanasia

«In ospedale, un pomeriggio afoso, il dottore disse che non si poteva più fare niente. Lui soffriva, soffriva terribilmente. Allora chiesi al dottore di lasciarci soli per un po’, lui uscì, io presi un cuscino e lo soffocai. Poi il dottore rientrò e gli dissi: “È andato”. Nessuno disse più una parola». Cronaca di una eutanasia. La toccante confessione è di Ray Gosling, un presentatore televisivo della Bbc molto noto in Gran Bretagna. L’uomo ha ammesso di aver soffocato anni fa il suo compagno malato di Aids con un cuscino quando i medici gli dissero che non potevano più fare nulla per alleviare le sue sofferenze. Per il suo gesto, frutto di un accordo raggiunto in precedenza con il suo compagno di cui non ha voluto rivelare il nome, Gosling non mostra rimorsi: «Ho ucciso qualcuno, tanto tempo fa. Era un giovane ragazzo, era il mio compagno e soffriva di Aids», ha raccontato in una trasmissione sulla Bbc.  segue

Una risposta a "Cronaca di un’eutanasia"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...