Cina, confermata la condanna a Liu

Il Tribunale Supremo di Pechino ha confermato in appello la sentenza a undici anni di prigione per lo scrittore e dissidente cinese, Liu Xiaobao. La sentenza ha suscitato l’immediata condanna di Usa e Unione Europea che hanno chiesto la sua immediata liberazione. Molto noto in Occidente e proposto anche per il Nobel per la Pace, Liu Xiaobao era stato condannato il 25 dicembre scorso con l’accusa di “sovversione anti-statale”. Il docente universitario, che è tra i più famosi dissidenti del mondo, ha pagato così il fatto di essere tra i promotori di “Charta 08”, il manifesto politico con il quale oltre 300 artisti e intellettuali, e più di 8.000 simpatizzanti hanno chiesto a Pechino di applicare riforme previste dalla Costituzione (come il suffragio universale, la libertà di stampa, la fine del sistema del partito unico).

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in cina. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...