Quei fantasmi dei freelance

“I freelance sono fantasmi anche per la Fnsi. Oggi il consiglio nazionale discute delle proposte sul lavoro autonomo che di fatto escludono i freelance dalle trattative sindacali con la Fieg. La commissione proposta dalla Fnsi sarà guidata da contrattualizzati e non da giornalisti freelance eletti direttamente dalla base”: è quanto si legge in una nota dell’Unione Sindacale Giornalisti Freelance. Oggi l’Usgf ha inscenato una protesta: colleghi vestiti da fantasmi, “i fantasmi dell’informazione”, hanno distribuito volantini ai consiglieri nazionali per chiedere il riconoscimento dell’organismo di base dei freelance, che oggi forniscono più del 50 per cento dell’informazione sui media.  Usgf

2 risposte a "Quei fantasmi dei freelance"

  1. Fa male!Fa provare sconforto questa notizia.
    E’ insopportabile che i free-lance, le sorgenti dell’informazione più che le fonti, vengano costantemente bisfrattati.
    Come ha scritto qui, signor Scaccia, le informazioni sui media sono frutto per più della metà dell’operato dei free-lance, veri cacciatori di notizie.
    Rispettosi quindi della missione che ogni giornalista dovrebbe tenere a mente.
    Essere sulla notizia con occhi, mani, orecchie e denti!
    Eppure vengono visti come “fantasmi”!
    Riflettiamo..

  2. Non ho scritto io il post ma è il comunicato diffuso dall’Ansa. Evidentemente se l’ho pubblicato è perchè nutro profondo rispetto per loro. Proprio perchè non devono essere più considerati “fantasmi”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...