“Qui è scomparso persino il mare”

Yael Talleyrand ha sedici anni e un blog, Painful Thoughts. Sulla home page, nell’ultimo post, c’era la foto di una ragazza con una maglietta di Jimi Hendrix, taglia extralarge, una spazzola al posto del microfono. Era lei, dopo un venerdì sera solitario, una serata a base di musica rock, balli e riflessioni. Oggi ha aggiornato la sua pagina web, e al posto della party girl ora campeggiano le immagini del dramma di Jacmel, la cittadina di quarantamila abitanti in cui vive. «Probabilmente non vi importa nulla di quello che mi è successo» scrive «forse siete soltanto interessati a quello che è capitato a vostro zio, o a vostro nonno, che sono ancora là ad Haiti e non riuscite a sentire al telefono». Ma Yael ha voglia di raccontare, e «non c’è nessun altro che il mio blog che possa sedersi ed ascoltare».  segue nel blog di Yael  Reporter tra le macerie

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in haiti. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...