Reporter cambia pelle, contro il razzismo

gunter_b1Un viaggio-inchiesta di oltre 6.000 km per dimostrare che il razzismo più becero è ancora onnipresente in Germania. Sarà proiettato per la prima volta nei cinema tedeschi giovedì, ma ha già scatenato una montagna di polemiche. S’intitola Schawarz auf Weiss («Nero su Bianco») ed è il documentario-denuncia di Günter Wallraff, il giornalista investigativo più famoso di Germania che ha portato a termine un lungo reportage sulle discriminazioni razziali nel paese teutonico. Sotto il falso nome di Kwami Ogonno e dopo aver dipinto il suo volto di nero, il sessantasettenne ha finto di essere un immigrato di colore originario della Somalia e ha girato in lungo e in largo le città tedesche per 14 mesi assieme al regista Pagonis Pagonakis e all’assistente Susanne Jaeger. Il film, da cui è tratto anche un libro intitolato «Aus der schönen neuen Welt» («Fuori dal mondo meraviglioso»), è un autentico pugno nello stomaco per quegli intellettuali tedeschi che affermano che il razzismo in Germania è solo un brutto ricordo del passato. segue

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...