Libertà negata

Purtroppo, da molti paesi del mondo continuano a giungere notizie terribili di scrittori, poeti, drammaturghi, romanzieri, giornalisti, arrestati, incarcerati, torturati e, talora, anche uccisi, solo perché rei di avere espresso idee, pensieri, progetti contrari al potere dominante, sia questo oligarchico-nazionalista, oppure sedicente marxista-leninista, o, ancora, espressione del più rigido fondamentalismo religioso. In Cina, in Vietnam, in Kenya, a Cuba, in Turchia, in Iran, in Eritrea, in Tunisia, decine e decine di intellettuali languono nelle celle orrende di carceri segrete, sottoposti a maltrattamenti e torture, detenuti in luoghi ignoti alle loro famiglie, privati di assistenze legali. In molti casi non si tratta solo di giornalisti, ma anche di romanzieri e poeti, i quali non hanno attaccato direttamente il potere dominante, ma si sono limitati, nei loro versi e nelle loro prose, ad esaltare la libertà dell’individuo o a condannare genericamente le atrocità della tirannia sotto qualunque cielo esse avvengano.  Dazebao

Annunci

One thought on “Libertà negata

  1. Questa è senz’altro una buona spiegazione, ma vorrei saperne di più sulla libertà negata nel nostro paese. Tutti noi sappiamo che non solo nei paesi più poveri abbiamo casi di libertà negata, ma talvolta sono numerosi anche nelle nostre città. Vorrei approfondire questo argomento. Qualcuno saprebbe darmi qualche informazione?
    Grazie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...